Fiere

Base Protection partecipa alla fiera di Birmingham 2016

Novembre 2016

Base Protection ha partecipato al Safety and Health Expo, in programma a Birmingham per i giorni del 18, 19 e 20 ottobre. L’evento più atteso da produttori, associazioni e distributori leader nell’ambito della sicurezza sul lavoro ha visto una tre giorni dedicata alla presentazione di nuovi prodotti e tecnologie, unita a dibattiti sulle tematiche relative alla sicurezza, con un’attenzione particolare alle normative di un settore in continua evoluzione e cambiamento.

200.000 prodotti sulla sicurezza, sull’abbigliamento da lavoro, frutto di tecnologie accurate, studiate appositamente per garantire la massima protezione dei lavoratori, nel rispetto delle normative di legge e nello stesso tempo performanti dal punto di vista delle prestazioni lavorative, sono stati presentati nel corso della manifestazione nel Regno Unito.

Anche Base Protection ha partecipato, presentando il suo nuovo catalogo, arricchito di prodotti e tecnologie sempre più all’avanguardia nell’ambito delle scarpe da lavoro, con soluzioni studiate ad hoc per ogni categoria professionale, nella consapevolezza che ogni “mestiere” necessita di un abbigliamento specifico e con peculiari caratteristiche.

Oltre 140 modelli, 40 categorie di lavoro e 10 tecnologie che rispondono ad altrettante esigenze di lavoro e di sicurezza.

Sono i numeri di Base Protection, sempre più protesa ad una specializzazione dei propri prodotti, tanto che ormai non può più parlarsi di “semplici” scarpe da lavoro, ma di scarpe da lavoro specifiche per ogni professione, in grado di fornire un’ottima protezione e la massima comodità.

A riassumere questo sempre più particolareggiato approccio dei suoi prodotti, ci sono delle caratteristiche che valgono per tutte le scarpe Base: il comfort, la leggerezza, la resistenza e la robustezza.

Tra le tecnologie che presentate nell’ambito della manifestazione, anche Tpu-Skin®, che quest’anno, con la tecnologia AirTech, compie 10 anni e OutDry, la nuova soluzione che ha reso ancor più impermeabile la scarpa da lavoro, interessando anche la tomaia.